«Il futuro è già qui, è solo distribuito male»

William Gibson

giovedì 23 novembre 2017

‘What?’ ritratto di ragazza non udente

Ambra legge il labiale, fa kick boxing e adora la musica techno. Su di lei si è focalizzato l’ultimo lavoro del fotografo Danilo Garcia Di Meo, vincitore dell’Andrei Stenin Contest
Ambra è sorda, ha 24 anni e vive a Genzano di Roma. Ha due lauree e sta conseguendo un master in Arti-terapie, anche se per ora lavora come cameriera. «Mi piacerebbe dedicarmi a favorire i processi di crescita e cambiamento degli esseri umani», dice. Perché per lei, almeno, è stato così: in passato, infatti, non accettava molto bene la sua condizione. Si ritrova così in una relazione con un uomo violento. Poi scopre la kick boxing e la musica techno, che riesce a percepire attraverso le vibrazioni dei bassi. Due passioni che si trasformano in due ancore di salvezza. Su di lei si è focalizzato l’ultimo lavoro del fotografo Danilo Garcia Di Meo, che con il progetto “What?” ha vinto l’Andrei Stenin International Press Photo Contest 2017 di Mosca nella categoria “Portrait: a hero of our time”.
- continua su http://www.sordionline.com/

LE FOTO

24 novembre, Lodi - Libri in simboli per tutti

Venerdì 24 novembre alle 17.00 nella Biblioteca Comunale Laudense, sezione ragazzi (Via Solferino 72, LO) verranno presentati I Libri di Camilla e in particolare l'ultima uscita della collana: Piccolo Uovo di Francesca Pardi e Altan.
Un'occasione per scoprire i grandi albi di successo della letteratura per ragazzi adattati con i simboli WLS della Comunicazione Aumentativa Alternativa.
La collana è curata da Enza Crivelli, psicopedagogista clinica e direttrice scientifica della casa editrice uovonero.
All'evento saranno presenti l'autrice di Piccolo Uovo, Francesca Pardi, e Sante Bandirali, editore di uovonero.
A cura di uovonero, I sentinelli di Lodi e Libreria Sommaruga.

Crema. "Autismo e vita quotidiana", al via il nuovo corso di formazione di "uovonero"

Prenderanno il via da gennaio i corsi di formazione rivolti a insegnanti, educatori, professionisti e genitori tenuti da Enza Crivelli, psicopedagogista clinica.
Da gennaio 2018 cominciano i corsi di formazione per insegnanti, educatori, professionisti e genitori su autismo e vita quotidiana organizzati dalla casa editrice uovonero. Le giornate di formazione saranno tenute da Enza Crivelli, psicopedagogista clinica e responsabile per l'autismo dell'ambulatorio riabilitativo "Il Tubero" dell'Anffas di Crema, curatrice della collana di libri in simboli PCS "Pesci Parlanti".
- continua su http://www.personecondisabilita.it/

mercoledì 22 novembre 2017

Ecco il 'font' che aiuta i dislessici, l'idea italiana che piace a Microsoft

Creato da una start up fondata da un grafico torinese, ha dimostrato di facilitare la lettura a tutti.
L'ordine degli Psicologi lo ha provato con 600 bambini di quinta elementare: "Il miglioramento equivale a un anno in più". Diverse case editrici lo hanno già adottato, e il colosso della Silicon Valley lo sta testando insieme a un'università italiana
http://www.easyreading.it/it/
- continua su http://www.repubblica.it/

Rai Scuola. Speciale inclusione scolastica

Rai Scuola, in collaborazione con Edizioni Centro Studi Erickson, intende con questo Speciale approfondire il tema dell’inclusione scolastica attraverso una ricchissima serie di interviste ad attori ed esperti del settore che affrontano sia dal punto di vista teorico che da quello pratico i molteplici aspetti di un approccio all’insegnamento, e soprattutto a forme di apprendimento, inclusivo e collaborativo, attraverso discipline come la pedagogia, la psicologia dello sviluppo, le scienze cognitive, la psicobiologia, la neuropsichiatria infantile e non ultimo attraverso l'esperienza quotidiana dell'insegnamento, allo scopo di costruire un quadro il più possibile completo ed esaustivo non solo dell’attuale situazione, ma anche e soprattutto degli sviluppi prossimi venturi di una scuola finalmente per tutti, nel rispetto delle differenze e delle peculiarità di ciascuno studente per ogni fascia di età.
- guarda lo speciale su http://www.raiscuola.rai.it/

Commento
1. Ma scrivere un periodo ancora più lungo?
2. Parlare di inclusione e non sottotitolare i video?!

Sostegno scolastico inadeguato. La denuncia: titoli falsi o assenti

L'attività ispettiva del Miur sta evidenziando l'inadeguatezza di tanti insegnanti di sostegno, privi di titoli o di competenza. In Calabria, scoperto un "giro" di titoli falsi, su cui si sono aperte le indagini. La Fish: "Miur intervenga in giudizio". 
Il sostegno scolastico agli alunni con disabilità è pieno di lacune: alla riduzione delle ore, da anni oggetto di polemiche e ricorsi, si aggiunge ora la questione dei titoli degli insegnanti. Non solo un problema “quantitativo”, quindi, ma anche uno “qualitativo” minaccia la qualità di questo servizio fondamentale per una effettiva e non teorica inclusione scolastica. Il Miur ha infatti rilevato nelle ultime settimane, tramite la sua attività ispettiva e di monitoraggio, che il sostegno viene spesso esercitato in assenza di titoli reali o in presenza di titoli fittizi, rilasciati da enti non autorizzati. O addirittura di titoli falsi, come è accaduto recentemente in Calabria.
(...)
(fonte: Press-In anno IX / n. 3014 - Redattore Sociale del 21-11-2017)

martedì 21 novembre 2017

Timelinely: inserire commenti, immagini e link a video YouTube

Ecco una nuova, utilissima, webapp per la classe capovolta! Si tratta di Timelinely, uno strumento gratuito che permette di aggiungere commenti, immagini e link a video YouTube.
Uno dei principali motivi che consigliano l'utilizzo di Timeline.ly è la sua semplicità d'uso. Una volta registrati al servizio, dovrete infatti solo incollare l'indirizzo URL YouTube che vi interessa e iniziare ad individuare i punti del video in cui andrete ad inserire commenti, immagini, collegamenti, mappe e persino altri video.
- continua su http://www.robertosconocchini.it/

ERICA Ambiente di lavoro scolastico per barra braille - DOS

Ciao a tutti,
vorrei festeggiare insieme a voi i 25 anni di ERICA. Era il 1992, lavoravo con alunni disabili visivi e ebbi la fortuna di partecipare a Milano alla presentazione di questo software a cura del prof. Flavio Fogarolo. Un ambiente amichevole per svolgere il proprio lavoro scolastico. Una folgorazione!
Parliamo di un'epoca che potremmo definire pionieristica, anzi direi rivoluzionaria, almeno per i ragazzi non vedenti. Improvvisamente venivano abbattute tutte le barriere di accesso alla cultura. Il Braille si confermava fondamentale ma nella sua versione "digitale" a 8 punti. Immaginatevi di poter accedere autonomamente ad un Vocabolario, ad una Enciclopedia. Immaginatevi di poter leggere, scrivere, far di conto semplicemente per conto proprio, senza aver bisogno di un lettore, di un assistente, della mamma o del papà. Insomma, io credo che ERICA abbia rappresentato un pezzo di storia importante della tiflodidattica. Attorno a Flavio c'era una comunità di visionari che ho avuto la fortuna di conoscere come il prof. Paolo Graziani e il prof. Giuliano Artico. E adesso a 25 anni di distanza mi sembra giusto festeggiare anche con un semplice GRAZIE.
Iacopo

La scheda di ERICA a cura del Servizio Documentazione Software Didattico http://archiviostorico.sd2.itd.cnr.it/Prot/Recensioni/0613.HTM

lunedì 20 novembre 2017

Quale futuro per l’inclusione? Esperti a confronto sui decreti della Legge 107/15

Nel Convegno Erickson di Rimini una tavola rotonda è stata dedicata alla formazione dei docenti prevista nei decreti della Buona Scuola
Nei mesi scorsi si è molto discusso dei decreti legislativi approvati con delega al governo e previsti dalla legge 107/15, degli aspetti positivi e dei loro limiti. Anche noi ci siamo soffermati su di essi e in particolare sulle procedure del futuro reclutamento e sui nuovi percorsi formativi dei docenti di sostegno, evidenziando alcuni aspetti di criticità.
Proprio dei decreti delega della Buona Scuola  si è discusso a Rimini nella tavola rotonda del Convegno internazionale organizzato da Erickson. L’incontro ha visto il confronto tra diversi esperti tecnici dell’inclusione scolastica, formatori e docenti universitari, che si sono soffermati sui punti di forza e di debolezza dei decreti attuativi a partire dai viversi punti di vista.
- continua su https://www.disabili.com/

domenica 19 novembre 2017

Macerata. Il cinese per gli studenti con DSA: l’esperienza di “Inclusione 3.0”

Quali metodologie di insegnamento possono agevolare l'apprendimento della lingua cinese per gli studenti con DSA?
L'Università degli Studi di Macerata sta sperimentando un nuovo approccio didattico, nell'ambito del progetto "Inclusione 3.0".
- continua su https://www.aiditalia.org/

Quanti sono gli studenti con DSA in Italia? Dati a confronto

Quanti sono gli studenti con DSA in Italia? Per rispondere a questa domanda, l'AID presenta una elaborazione dei dati sulle certificazioni DSA forniti dal servizio statistico del MIUR (MIUR - DGCASIS - Servizio Statistico - Rilevazioni sulle Scuole) e un confronto con i valori di prevalenza desunti dai dati degli studi disponibili in letteratura, con l’obiettivo di fornire un quadro d’insieme sulla prevalenza dei DSA in Italia.
- continua su https://www.aiditalia.org/

venerdì 17 novembre 2017

Roma. Creare libri digitali in pochi passi

“Crea il tuo libro digitale in pochi passi!” è il titolo del laboratorio di sabato 18 novembre per il Kidsbit di Roma. Il workshop è dedicato agli adulti e consente di costruire in poco tempo un libro digitale funzionante e fruibile.
Il Laboratorio di Tecnologie Audiovisive lavora da anni sulle implicazioni didattiche e epistemologiche dell’autoproduzione di contenuti digitali aperti, in un percorso ora riassunto nell’ebook Editori digitali a scuola (Antonio Tombolini Editore) a cura di Roberto Maragliano. In questo testo, diviso tra parte teorica e parte pratica, sono raccontate diverse esperienze – universitarie e scolastiche – di progettazione e creazione di libri digitali, utili per tutti coloro che intendono cimentarsi con la realizzazione di ebook. Quello che segue è un estratto dal testo, disponibile in tutti gli store online. Buona lettura!
- continua su https://ltaonline.wordpress.com/

FabLabaro
Largo Castelseprio, 11 
00188 Roma

Un'aula con le pareti magnetiche per Nicole

L'innovativo progetto insegnerà alla bambina come comunicare con lo sguardo. Comunicare con le icone è utile per i bisogni speciali e i disturbi dell'apprendimento.
PESARO. «Nicole guarda il cielo». Ha sette anni e quando la mamma, Silvia, le chiede di toccarle il volto, la bambina tende verso la donna. Non è scontato. Non per chi ha una tetraparesi spastica, che praticamente, le impedisce di comandare il corpo. Ma l'energia vitalissima che anima Nicole ha portato i genitori, Marco e Silvia, a non mollare. Ogni segnale non è mai caduto nel vuoto, ma «fino a che non abbiamo incontrato la dirigente scolastica Antonella Accili e il maestro Francesco Belfiori - continua Silvia -, l'impossibilità di dare un significato univoco a quei segnali ci ha spesso fatti sentire impotenti, quasi inutili». E' GRAZIE alla didattica distesa che Nicole ha fatto progressi importanti. E' stata sperimentata dalla bambina in tre anni di Infanzia e un anno di primaria all'Istituto di Evangelista di Piadimeleto. Sarà presentata domani, all'interno del convegno nazionale sulla Scuola del futuro, davanti a 140 docenti, provenienti da tutto il centro Italia. Al progetto si sono interessati, offrendo il loro sostegno, Barbara Urdanch dell'Università di Torino, la Lega del Filo d'Oro e la casa editrice Pearson. «I risultati sono concreti - testimonia Silvia, con i begli occhi verdi che le brillano -. Sono felice perché è vero che nessuno sa realmente quali sono i limiti di ciascuno». Già. «E tutti devono avere una possibilità. Nessuno escluso» osserva il maestro Belfiori, citando il genio educativo di don Milani. Bene. Ma cosa c'ha la didattica distesa di così efficace? E soprattutto di cosa si tratta? «Il bello della didattica distesa è tutta nel come viene fatta» ride Accili, che ci introduce in un'aula dal soffitto e dalle pareti, per metà, dipinte di nero. «E' stata allestita e attrezzata grazie al sostegno economico della Banca di credito cooperativo del Metauro e all'amministrazione comunale di Piandimeleto - continua l'Accili -. Senza la sensibilità di persone come la direttrice di banca Francesca Tiberi e del sindaco Stefano Benedetti non ce l'avremmo fatta». Ma perché nero? «E' una tinta a base di ferro - spiega Belfiori -; di quelle usate anche in ambito sanitario, innocua e inodore. Questo trattamento, aumenta la capacità di concentrazione perché con un fascio di luce, provocato da una torcia, riusciamo ad indirizzare meglio lo stimolo visivo. Le storie vengono trasdotte in lastre magnetiche che attacchiamo al soffitto. La lezione si fa stando distesi sui tappetoni del pavimento: ora raccontiamo storie, attraverso i simboli, i grafemi e i disegni della comunicazione aumentativa che Nicole ha imparato, insieme ai compagni alla scuola dell'Infanzia, gli stessi che ora ha trovato in prima elementare». E come va? «Sopra ogni aspettativa - conferma Belfiori -. Oggi, insieme ai compagni, Nicole segue le avventure del sorcio giornalista Geronimo Stilton, emozionandosi con noi e vivendo in un ambiente che ha azzerato ogni differenza. I bambini le vogliono bene, imparando a conoscerla. Lei è una portatrice sana di parasocialità e la classe è unita, inclusiva - sintetizza Belfiori -, ma l'obiettivo della didattica distesa è quello di darle autonomia comunicativa. Il risultato più alto che ci siamo proposti è quello di vederla, da qui a cinque anni, capace di comporre delle frasi e comunicare con l'esterno. Potrà farlo, per esempio, usando un puntatore laser installato sugli occhiali». A parte la solida base della comunicazione aumentativa alternativa e il mettere a sistema le varie tecniche della didattica esperienziale, legata alla stimolazione sensoriale, quello che il team dell'istituto comprensivo, coordinato dal maestro Belfiori con il pieno supporto della Accili, ha avviato è un percorso sperimentale. «L'aula ha una funzione eterogenea - spiega Accili -, è utile per Nicole, ma è un'ottima palestra per i disturbi dello spettro autistico; ha implicazioni notevoli nei bambini con Adhd (iperattivi, provocatori, oppositori, ecc..), serve ai piccoli gruppi per rinforzare l'ambito linguistico. Nasce per i Bisogni Educativi Speciali, ma diventa strumento innovativo e prezioso per tutta la comunità scolastica».
di Solidea Vitali Rosati
(fonte: Press-In anno IX / n. 2983 - Il Resto del Carlino del 16-11-2017)

giovedì 16 novembre 2017

Easy Dida 2.0 presentazione - applicativi gratuiti per DSA BES e didattica inclusiva



INFO: https://www.fusillo-francesco.it/

Roma. Screening Sign Languages

Venerdì 17 novembre 2017 alle ore 15.30, presso la Sala Scarpa del MAXXI – Museo nazionale delle arti del XXI secolo si terrà Screening Sign Languages, una tavola rotonda con ospiti internazionali sulla televisione per minori e adulti sordi.
L'evento, organizzato dall'Istituto Statale Sordi – Roma e dalla Comunità Radiotelevisiva Italofona,  si terrà in concomitanza con l'apertura della IV edizione del Cinedeaf – Festival internazionale del Cinema Sordo e con la Giornata internazionale dell'infanzia e dell'adolescenza celebrata dal festival in collaborazione con il Comitato di Roma per l'Unicef.
La concomitanza con il festival sarà l'occasione per aprirsi alla partecipazione di un pubblico internazionale composto da aziende e operatori del settore audiovisivo per sordi. Attraverso un confronto fra diverse realtà europee (Italia, Gran Bretagna e Svezia) si discuterà  sulle possibilità e potenzialità di una televisione che sappia includere anche i minori sordi e, in particolare, i bambini più piccoli, quelli non ancora in grado di leggere i sottotitoli. Un'emergenza, questa dei programmi per sordi, che esclude parte della cittadinanza da un strumento fondamentale di apprendimento permanente e di condivisione della cultura nazionale.
Se ne parlerà insieme ad Annalisa Liberi di Rai Ragazzi, Kerena Marchant della Britsh Sign Language Zone – BBC, Erik Akervall di Mondaze TV, Maria Luisa Franchi interprete del TG1 RAI, Andrea Martini di ANIMUNDI Cartoon Studio, Elena Rocco della Fondazione Radio Magica ed Elena Danesin di Eyes Made. Coordinano Loredana Cornero della Comunità Radiotelevisiva Italofona, Luca Des Dorides dell'Istituto Statale per Sordi – Roma (MIUR) e Susanna Ricci-Bitti del Cinedeaf. Introducono il professor Ivano Spano dell'Istituto Statale Sordi – Roma (MIUR) ed Eugenio Patané della Commissione Cultura della Regione Lazio.
Sono garantiti il servizio d’interpretariato in Lingua dei segni italiana, italiano, International Sign e il servizio di sottotitolazione in diretta in italiano.
Ingresso gratuito fino a esaurimento posti
INFO: http://www.cinedeaf.com/2017/

Lazio. Studenti con Bisogni Educativi Speciali. Iscrizioni anno scolastico 2018/2019

Disponibile sul sito del MIUR la circolare prot. AOODGOSV n. 14659 del 13-11-2017 sulle Iscrizioni per l’anno scolastico 2018/2019.
Ci sarà tempo dalle 8.00 del 16 gennaio alle 20.00 del 6 febbraio 2018 per effettuare la procedura on line -  http://www.iscrizioni.istruzione.it/ - per l’iscrizione alle classi prime della scuola primaria, della secondaria di I e II grado.
Prendendo in considerazione le disposizioni ministeriali previste nella circolare citata si ritiene utile integrarle con alcune indicazioni che riguardano gli studenti con Bisogni educativi speciali frequentanti le scuole del Lazio:
9 - Accoglienza e inclusione
9.1 – Alunni/studenti con disabilità 
Le iscrizioni di alunni con disabilità effettuate nella modalità on line devono essere perfezionate con la presentazione alla scuola prescelta, da parte dei genitori, della documentazione prevista dalla Nota dell’USR per il Lazio Prot. n. 13348 del 20.05.2014.
Pertanto, in attesa che l’USR Lazio pubblichi la Nota aggiornata sulla “Rilevazione alunni con disabilità - Organico di diritto Anno scolastico 2018/2019”,  la suddetta  domanda dovrà essere accompagnata dalla:
- CIS, Certificazione per l’integrazione scolastica,  rilasciata, per i minori di anni 18, esclusivamente dal Servizio TSMREE della ASL di residenza dell’alunno, su richiesta della famiglia.
- Diagnosi Funzionale redatta dall’équipe multidisciplinare del Servizio TSMREE della ASL di residenza
- Verbale di accertamento rilasciato dall’apposita Commissione medico – legale della ASL, integrata dall’INPS, con il riconoscimento dell’art. 3 (c. 1 o c. 3) della L. 104/92.
L’alunno/studente con disabilità che consegua il diploma conclusivo del primo ciclo di istruzione ha titolo, ai sensi dell’art. 11 del d.lgs. 62 del 2017, qualora non abbia compiuto il diciottesimo anno di età prima dell’inizio dell’anno scolastico 2018/2019, alla iscrizione alla scuola secondaria di secondo grado o ai percorsi di istruzione e formazione professionale, con le misure di integrazione previste dalla legge n.104 del 1992.
Solo per le alunne e alunni che non si presentano agli esami è previsto il rilascio di un attestato di credito formativo che è titolo per l’iscrizione e la frequenza della scuola secondaria di secondo grado o dei corsi di istruzione e formazione professionale regionale, ai soli fini dell’acquisizione di ulteriori crediti formativi, da valere anche per percorsi integrati di istruzione e formazione. Pertanto, tali alunni non possono essere iscritti, nell’anno scolastico 2018/2019, alla terza classe di scuola secondaria di primo grado, ma potranno assolvere l’obbligo di istruzione nella scuola secondaria di secondo grado o nei percorsi di istruzione e formazione professionale regionale.
Alunne e alunni con disabilità ultradiciottenni, non in possesso del diploma di licenza conclusivo del primo ciclo, ovvero in possesso del diploma di licenza conclusivo del primo ciclo ma non frequentanti l’istruzione secondaria di secondo grado, hanno diritto a frequentare i percorsi di istruzione per gli adulti con i diritti previsti dalla legge n.104/1992 e successive modificazioni (cfr. sentenza della Corte Costituzionale n. 226/2001).
9.2 – Alunni/studenti con disturbi specifici di apprendimento (DSA) 
Le iscrizioni di alunni con diagnosi di disturbo specifico di apprendimento (DSA), effettuate nella modalità on line, devono essere perfezionate con la presentazione alla scuola prescelta, da parte dei genitori, della relativa diagnosi, rilasciata ai sensi della legge n. 170/2010, secondo quanto previsto dall’Accordo Stato-Regioni del 24 luglio 2012, sul rilascio delle certificazioni e dalla Nota  dell’USR per il Lazio Prot. n. 13348 del 20.05.2014.
Pertanto la suddetta domanda dovrà essere accompagnata dalla:
- Certificazione di DSA rilasciata, su richiesta della famiglia, dal Servizio TSRMEE della ASL di residenza dell’alunno, dai Servizi di Neuropsichiatria infantile delle Aziende Sanitarie Ospedaliere e Universitarie e degli IRCCS.
Le alunne e gli alunni con diagnosi di DSA esonerati dall’insegnamento della lingua straniera ovvero dispensati dalle prove scritte di lingua straniera in base a quanto previsto dall’articolo 11 del d.lgs. 62 del 2017, conseguono titolo valido per l’iscrizione alla scuola secondaria di secondo grado.
9.3 – Alunni/studenti con cittadinanza non italiana
Agli alunni/studenti con cittadinanza non italiana si applicano le medesime procedure di iscrizione previste per gli alunni/studenti con cittadinanza italiana, ai sensi dell’articolo 45 del d.P.R. 394 del 1999.
Al riguardo, si fa integralmente rinvio alla circolare ministeriale 8 gennaio 2010, n. 2, recante “Indicazioni e raccomandazioni per l’integrazione di alunni con cittadinanza non italiana”, e in particolare, al punto 3 “Distribuzione degli alunni con cittadinanza non italiana tra le scuole e formazione delle classi”, in cui si precisa che a tale fine è necessario programmare il flusso delle iscrizioni con azioni concertate e attivate territorialmente con l’Ente locale e la Prefettura e gestite in modo strategico dagli Uffici scolastici regionali, fissando - di norma - dei limiti massimi di presenza nelle singole classi di alunni/studenti con cittadinanza non italiana con ridotta conoscenza della lingua italiana.
Ai sensi dell’art. 26 del decreto legislativo 19 gennaio 2007, n. 251, i minori titolari dello status di rifugiato o dello status di protezione sussidiaria hanno accesso – come peraltro i minori stranieri non accompagnati – agli studi di ogni ordine e grado secondo le modalità previste per i cittadini italiani. Si rammenta che anche per gli alunni/studenti con cittadinanza non italiana sprovvisti di codice fiscale è consentito effettuare la domanda di iscrizione on line. Una funzione di sistema, infatti, consente la creazione di un “codice provvisorio” che, appena possibile, l’istituzione scolastica sostituisce sul portale SIDI con il codice fiscale definitivo.
Si richiama, infine, la nota della Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e l’autonomia scolastica del 20 aprile 2011, n. 2787, in ordine alle modalità di applicazione delle norme relative al riconoscimento di titoli di studio e certificazioni straniere.
Per una esaustiva ricognizione della materia si rinvia alle “Linee guida per l’accoglienza e l’integrazione degli alunni stranieri” trasmesse dal MIUR con nota n. 4233 del 19 febbraio 2014.
Nota.
Ricordo che gli studenti con Bisogni Educativi Speciali, che non rientrano nei quadri certificabili ai sensi della L.104/1992 e della L. 170/2010,  non necessitano di alcuna certificazione.
Il Consiglio di classe, nell’assumere la responsabilità della personalizzazione del loro percorso formativo, garantisce il diritto allo studio e promuove il successo formativo, avendo anche riguardo a quegli elementi utili di valutazione, messi a disposizione della famiglia da specialisti pubblici e privati.
Per la normativa del Lazio si veda http://www.romacts.it/wp/normativa/

MIUR. Formazione docenti ruolo, neoassunti e inclusione: temi da trattare e ripartizione risorse a livello regionale

Il Miur ha pubblicato la nota n. 47777 dell’8 novembre 2017, con la quale ha fornito indicazioni in merito alle iniziative formative relative alla seconda annualità del Piano di formazione docenti, alla formazione docenti neoassunti e a quella su i temi dell’Inclusione.
Contestualmente è stata comunicata la ripartizione delle risorse destinate alle medesime attività formative.
In particolare, in ciascun ambito territoriale devono essere svolte attività formative relative a:
(...)
inclusione e disabilità, per una preliminare conoscenza delle innovazioni previste dal D.lgs. n. 66/2017;
(...)
Le attività formative devono tenere in considerazione le novità introdotte dal decreto legislativo n. 66/2017, prevedendo:
- una parte generale comune relativa alla certificazione, diagnosi funzionale e profilo dinamico funzionale (nella prospettiva della loro evoluzione);
- una parte specifica relativa al PEI e alla progettazione didattica, differenziandola per i diversi ordini e gradi di istruzione.
Nella nota è contemplata la possibilità di far partecipare anche il personale docente non di ruolo assegnato su posti di sostegno, fermo restando che non deve esserci un aggravio di spesa e che ciascun percorso formativo dovrà essere realizzato per un massimo di 40 corsisti.
Il personale a tempo determinato, per l’eventuale partecipazione alle attività di formazione, deve essere non specializzato.
- continua su https://www.orizzontescuola.it/
- leggi anche su https://www.orizzontescuola.it/

Online i materiali e gli eventi della Giornata nazionale per la sicurezza nelle scuole

Per il 22 novembre, Giornata nazionale per la sicurezza nelle scuole, come ogni anno Cittadinanzattiva ha realizzato un kit didattico per tutti gli istituti di ogni ordine e grado. Compila il form e li riceverai direttamente via mail.
- continua su http://www.cittadinanzattiva.it/

ATP Cesena-Rimini. Centro di Consulenza per Docenti: dalla compilazione del PDP ai problemi di inclusione alunni con disabilità

In provincia di Rimini prosegue anche per l’a.s. 2017/18 l’attività del Centro di Consulenza rivolto a tutti gli insegnanti delle scuole di ogni ordine e grado.
Le attività del Centro verteranno anche su tematiche di inclusione (con sportello Autismo a cura del CTS di Rimini), nuove tecnologie applicate alla didattica per i bisogni educativi speciali, prevenzione del disagio e della dispersione, bullismo e cyber bullismo, alternanza scuola-lavoro.
- continua su https://www.orizzontescuola.it/

Milano. eBook e Accessibilità

Pubblicate le relazioni del primo incontro su "eBook e Accessibilità" tenutosi a marzo 2017 presso il Centro Congressi delle Stelline a Milano, in occasione del Convegno "La Biblioteca Aperta tecniche e strategie di condivisione".
http://www.cenfor.net/29-formazione/174-seminario-ebook-accessibilita

Bambini... siete pronti a navigare?

Ciao a tutti,
segnalo il portale della maestra Paola, un porto sicuro per la navigazione dei bambini nel web ricco di risorse per la scuola dell'infanzia, scuola elementare e scuola media.
http://www.sieteprontianavigare.it/

Alessandria. Seminario "Informatica e disabilità: novità e conferme"


E' possibile scaricare qui il modulo di iscrizione: compilare e rispedire a vedrai@vedrai.it (per scaricare, dopo aver aperto il link, fare clic in alto a destra su "Scarica").

Commento
Peccato per la locandina non accessibile alle tecnologie assistive e agli strumenti compensativi.

mercoledì 15 novembre 2017

Milano. Torna “Cinema senza barriere”, appuntamento mercoledì 22 novembre all’Anteo

Tra le novità di quest'anno, la sottotitolazione a colori per garantire una migliore fruizione agli spettatori con disabilità uditiva. Inizio spettacolo ore 19.30.
Torna “Cinema senza Barriere”, la rassegna cinematografica ideata da A.I.A.C.E Milano, dedicata alle persone con disabilità sensoriali. Il primo appuntamento è per mercoledì 22 novembre all’Anteo Palazzo del Cinema di Milano con la proiezione di “Babylon Sisters” di Gigi Roccati, una storia di danza, donne, integrazione e migrazione in Italia (inizio proiezione ore 19.30).
- continua su http://www.personecondisabilita.it/

Milano. Sfide e contraddizioni all’accessibilità nell’era digitale

Il 22 novembre verrà presentato il progetto “LeggoFacile” all'interno del seminario “Sfide e contraddizioni all’accessibilità nell’era digitale”  che si svolgerà all’interno dell’Università Cattolica di Milano. Appuntamento dalle ore 9.15 alle 13.30.
L’iscrizione è gratuita. “LeggoFacile” è un progetto del sistema bibliotecario della Valle Seriana, della biblioteca civica di Treviglio, in collaborazione con la rete bibliotecaria Bergamasca. Il suo principale obiettivo è quello di garantire equità di accesso all’informazione e alla lettura, per tutti.
- continua su http://www.personecondisabilita.it/

Milano. Libri e lettura per tutti

Due appuntamenti organizzati da "La Grande fabbrica delle Parole" in occasione di BookCity a favore della lettura per tutti
Anche quest'anno, in occasione di “BookCity Milano” La Grande Fabbrica delle Parole racconta che il libro e la lettura possono essere luoghi di inclusione, a partire dai bambini. Perché la cultura sia davvero per tutti, nessuno escluso, grazie alla lingua dei segni italiana, ai sottotitoli, alla sinestesia che gli animatori della Grande Fabbrica delle Parole sanno creare.
- continua su http://www.personecondisabilita.it/

Testimonianza. "Voglio andare all'università"

Sylvie è arrivata in Italia quando aveva sei anni. Ha dovuto fare i conti con la sua malattia e con le sfide dell'inclusione -anche tra i banchi di scuola.
La sua testimonianza raccolta durante il seminario "Con tutti e come tutti" in cui si è affrontato il tema della doppia discriminazione ai danni degli alunni stranieri con disabilità.
- continua su http://www.personecondisabilita.it/

Bologna. Inclusione scolastica a HANDImatica

Nuovi riferimenti normativi, il nuovo piano per la formazione, il Piano Nazionale Scuola Digitale, didattiche laboratoriali che mirano all’apprendimento per competenze, nuove tecnologie e strumenti/servizi cloud per condividere e collaborare, …tutti presupposti che consentono di guardare ad un nuovo modello di scuola inclusiva capace di avvalersi del digitale.
L’elenco completo degli eventi sulla scuola è disponibile a questo indirizzo.
Inoltre  della manifestazione  partirà un percorso formativo accreditato gratuito di 30 ore  per docenti (9 ore in presenza seguendo alcuni eventi che si svolgeranno in Handimatica +21 ore di studio di materiale on-line). Chi fosse interessato potrà consultare gli eventi del percorso ed iscriversi con apposito modulo.
E' stato realizzato un breve video  di presentazione del percorso formativo disponibile  su youtube a questo indirizzo.

Inclusione scolastica: storia di un “modello mai nato”

«Proviamo a capire il perché – scrive Luciano Paschetta -, dopo quarantacinque anni dall’inserimento dei primi alunni con disabilità nella scuola di tutti, un vero modello inclusivo non sia mai nato, con l’inserimento prima, l’integrazione poi e l’inclusione oggi, ancora realizzati “a macchia di leopardo” da gruppi di docenti di “buona volontà”, che sembra quasi continuino a “sperimentare” con successo buone prassi di modelli dai quali il “sistema scuola” resta però al di fuori»
- continua su http://www.superando.it/

CTS. Bando o lotteria?

«Dopo anni di lavoro – scrivono Fernanda Fazio e Nicola Striano -, dopo avere attivato presso ogni Centro Territoriale di Supporto (CTS) servizi per l’inclusione, sportelli per l’autismo, iniziative per la formazione diffusa, vengono di fatto tolti i finanziamenti annuali a queste strutture territoriali che svolgono una funzione di snodo tra le realtà scolastiche, fondamentale per il processo di inclusione.
Bisogna invece finanziarle in maniera strutturale e applicare quel comma del Decreto sull’inclusione aggiunto grazie alle pressioni del mondo della scuola e delle Associazioni»
- continua su http://www.superando.it/2017/11/13/bando-o-lotteria/

lunedì 13 novembre 2017

Webinar ITD CNR. La normativa spiegata agli insegnanti per rimuovere gli ostacoli ai bisogni educativi degli alunni con disabilità

Genova ITD CNR Disponibile il modulo 7
"La normativa spiegata agli insegnanti per rimuovere gli ostacoli ai bisogni educativi degli alunni con disabilità"
del corso "Inclusione: il valore della differenza" 
https://sd2.itd.cnr.it/corsiformazione/course/view.php?id=10

Torino. Approvato lo schema di convenzione per migliorare i servizi offerti ai disabili visivi

E' stato approvato questa mattina dalla Giunta comunale, su proposta delle Assessore Federica Patti (Istruzione ed Edilizia scolastica) e Sonia Schellino (Politiche sociali), lo schema di convenzione per migliorare i servizi offerti alle studentesse e agli studenti disabili visivi.
In particolare, saranno forniti strumenti per lo studio della matematica e delle materie scientifiche e interventi individualizzati sulla base degli specifici bisogni formativi.
- continua su http://blognew.aruba.it/blog.jimmydiottria.it/

Ancona. Lettura tattile e traduzione a rilievo dell'opera d'arte

CORSO DI APPROFONDIMENTO LETTURA TATTILE E TRADUZIONE A RILIEVO DELL'OPERA D'ARTE
Venerdì 1 e sabato 2 dicembre 2017
Sede: Museo Tattile Statale Omero, Banchina Giovanni da Chio, 28 - 60121 Ancona
Le adesioni seguiranno un criterio di ammissione riferito all'ordine cronologico delle domande di iscrizione.
- continua su http://blognew.aruba.it/blog.jimmydiottria.it/

Milano. Di che colore è il vento - Tanti modi per leggere

Venerdì 17 novembre, all'interno della programma di Bookcity 2017, alle ore 11.00 nella Sala Barozzi dell'Istituto dei Ciechi di Milano, verrà presentato il Progetto di editing di due libri tattili illustrati realizzato dalla Federazione Nazionale delle Istituzioni pro Ciechi Onlus con il prezioso contributo di Fondazione Cariplo.
I due libri scelti tra i vincitori delle passate edizioni del Concorso Nazionale TOCCA A TE! sono stati prodotti in 400 copie cadauno e verranno distribuiti gratuitamente ad altrettante istituzioni che operano alla promozione della lettura e dell'integrazione sociale e scolastica di bambini con differenti abilità di lettura.
- continua su http://www.lucemagazine.it/

Roma. Corso per Operatori Amministrativo Segretariali specializzati in trascrizioni

Il Centro Regionale Sant'Alessio - Margherita di Savoia per i Ciechi, grazie al cofinanziamento del Fondo Sociale Europeo - Programmazione Europea 2014-2020, organizza un corso di formazione per "Operatori Amministrativo Segretariali specializzati in trascrizioni".
Il Corso di formazione è riservato a 15 persone non vedenti o ipovedenti (disabilità visiva ex legge 138/2001) residenti o domiciliati da almeno 6 mesi nella Regione Lazio.
Possono partecipare i maggiorenni che hanno adempiuto all'obbligo scolastico iscritti al CPI. I cittadini non comunitari devono essere in possesso di regolare permesso di soggiorno.
Per accedere al corso occorre partecipare al BANDO che scadrà il prossimo 29 novembre 2017.
Alla fine del corso verrà rilasciato un attestato di frequenza. La formazione si terrà presso l'Istituto Sant'Alessio in Viale C.T. Odescalchi, 38 a Roma a partire dal 12 gennaio 2018.
Per maggiori informazioni potete visitare la pagina dedicata sul nostro sito http://www.santalessio.org/santalessio/?vw=ricercaDettaglio&testo=&idn=2191&tblId=FORMAZIONE o contattarci telefonicamente ai seguenti numeri: Centralino 065130181 - Urp 06513018222 / 259.

domenica 12 novembre 2017

Accessibilità e usabilità digitale: impariamo a conoscerle

Il diritto all’accessibilità ai sistemi informatici da parte delle persone disabili e svantaggiate è sancito nella legislazione italiana da una legge specifica pubblicata nel 2004 dal titolo: «Disposizioni per favorire l’accesso dei soggetti disabili agli strumenti informatici», che vedremo più in dettaglio nel seguito.
La Comunità Europea è da tempo impegnata affinché la Società dell’Informazione coinvolga concretamente l’intera collettività: il documento più recente pubblicato nel 2016 è una Direttiva del Parlamento Europeo e del Consiglio che fissa una serie di regole per armonizzare le legislazioni europee e stabilisce le norme a cui gli Stati membri si devono conformare per assicurare le prescrizioni in materia di accessibilità digitale.
- continua su https://welforum.it/